Porto Ercole

Porto Ercole nasce sul promontorio del Monte Argentario e si caratterizza per la presenza di antiche fortificazioni di origine spagnola: Forte Santa Caterina, Forte Stella e Forte Filippo, la presenza di questa costruzioni rendono il territorio particolarmente  interessante sotto il profilo storico.

Il paese ebbe le medesime sorti che appartennero ai territori della Maremma e all’Argentario di cui fa parte, furono gli spagnoli, durante lo Stato dei Presidi a costruire le principali strutture per la difesa del castello da eventuali attacchi nemici.

Forte Stella si Presenta con la struttura di una stella sei punte, circondata da quattro bastioni aggiunti nei secoli successivi alla costruzione, l’accesso alla struttura anticamente era permesso solo attraverso il ponte levatoio, Forte Santa Caterina o Batteria di Santa Caterina non rivestiva un ruolo di particolare importanza, ma si costituiva come completamento della linea difensiva che partiva da Forte Filippo, straordinaria costruzione militare simile ad una città in miniatura, con strade e piazze e nei sotterranei magazzini e una polveriera.

Tra le altre costruzioni per la difesa del paese ricordiamo le torri: la Torre delle Cannelle, particolare per la sua forma esagonale, la Torre Ciana, realizzata nel corso del  XV secolo ed infine la Torre dell’Avvoltore, per quanto riguarda gli edifici costruiti nel centro abitato di Porto Ercole ricordiamo la Chiesa di Santo Stefano, risalente al 1700, il Palazzo de Governanti, che ha la sua sede su un lato della Piazza di Santa Barbara e infine la Chiesa di sant’Erasmo luogo che secondo la leggenda custodirebbe il corpo di Michelangelo Merisi da Caravaggio, morto proprio nel paese di Porto Ercole.